CHI SIAMO

LA NOSTRA
FILOSOFIA

I

l movimento è vita: una frase che racchiude l’essenza del nostro pensiero. Perché non esiste nulla di vivo al mondo che possa stare fermo.

Il nostro corpo è in continuo movimento, sia che stiamo in piedi, sia che stiamo sdraiati, sia che stiamo seduti, il corpo umano è in una continua fase di aggiustamento del proprio assetto. Apparentemente possiamo stare immobili, ma i nostri organi lavorano per noi: i polmoni, gli occhi, il cervello, non si fermano mai, anche se il loro movimento è impercettibile.

Nella visione olistica del mondo, corpo, spirito e mente sono tre espressioni dell’essere umano, e un corpo sano esprime una buona capacità mentale e uno spirito pieno e sereno.

Esistono, però, anche soggetti che compensano la carenza di uno di questi aspetti con un’esplosione degli altri: persone con scarsa mobilità che mantenendo la mente attiva esprimono forza vitale e gioia di vivere.

Sembra impossibile che una persona con un corpo poco sano possa avere mente e spirito strepitosi, eppure succede.

Per questo alla base del nostro approccio alle arti marziali c’è la convinzione che l’attività fisica, la meditazione e le pratiche di benessere possano migliorare la vita di chiunque. È sufficiente agire su uno degli aspetti per influenzare positivamente gli altri.

Purtroppo non abbiamo la ricetta per sanare tutti i mali del mondo, ma nel nostro piccolo siamo convinti che sia sempre un buon inizio impegnarci per migliorare noi stessi per poter dare una mano agli altri a fare altrettanto.

 

Nella visione olistica del mondo, il corpo, lo spirito e la mente non sono altro che tre espressioni dello stesso elemento: “l’essere umano”.
In base a questa visione un corpo sano esprime una buona capacità mentale e uno spirito pieno e gratificato.
Certo, questo non è sempre vero, si troveranno sempre dei soggetti che, sebbene siano carenti in uno di questi aspetti possano essere strepitosi negli altri.

Si pensi ad una persona che soffra di disturbi fisici che le impediscono la normale mobilità (un esempio tra tanti che possono essere trovati) ma che abbia mantenuto una mente attiva e vivace e sia felice della sua vita.
Come mai la cosa stupisce la maggior parte della gente? Forse proprio perché è normale aspettarsi che chi è sano fisicamente e mentalmente abbia anche uno spirito sereno ma, nel momento in cui uno di questi tre aspetti diventa carente allora pare difficile
che gli altri due si esprimano appieno.

In quest’ottica pensiamo che l’attività fisica, la meditazione e le pratiche di benessere possano migliorare la vita di chiunque.
Basta agire su un aspetto dell’essere umano per poterne influenzare gli altri.
Non pretendiamo di essere santoni o di aver trovato la soluzione di tutti i mali del mondo (il nostro ego sarebbe spropositato) ma siamo convinti che sia sempre un buon inizio migliorare noi per poi dare una mano agli altri a fare altrettanto con loro stessi.

GLI
INSEGNANTI

I
COLLABORATORI